5 marzo 2010

452/187 - sonetto 321/181

Sotto una dettatura

A rigor de logica l  angusto 
dir che sen dro vivar sotomessi
a un regime che impone a tuti el gusto 
de a mediocrit, ma dir grun de fessi

(societ de massa l  concetto frusto) 
che varda a teevision e j interessi 
de parte fa trionfar oltre el giusto 
s: j indizi diffusi i  i stessi 

del ventennio fascista: spazio ai servi 
p esalti, e zente come Alfano, 
a Gelmini, a Brambilla a dismisura

che no sa gnent del pass   che nervi!  
in cattedra a ripeta el dio tafano... 
Ecco s: vivn soto dettatura.

FORZA, ITALIA