24-25 maggio 2007


Rosa

Il primo giorno mi portasti invero a raccogliere fiorellini con i bocce di seconda B per cogliere gocce di natura, loro, e tu quel chë ero... M’insinuasti all’esame non sincero ché non bavagliavo le bocche chiocce, tu che ai tonti tassonomia di rocce e ai bravi chiedevi di Keplero... Ma infine dimostrasti senza eguali d’aver compreso il senso a menadito e le dinamiche di ruol sociali quanto ti chiesi dell’uom tra gli ideali che t’avesse in vita tua irretito e rispondesti: «Ovvio, mio marito».